Nel 2016 la nostra Sezione ha raggiunto l’importante traguardo dei 50 anni!  Avremo occasione durante l’estate di ricordare insieme, con stima e grande affetto, il nostro fondatore e primo presidente, prof. Alfonso Preziosi.
convegno-4-giugno_OK_web
Per questo anno speciale abbiamo scelto di approfondire due temi centrali della nostra storia: la Villa Romana delle Grotte, riaperta grazie all’ingresso del Comune di Portoferraio nella Fondazione omonima, alla quale siamo stati invitati a partecipare; e la fortezza del Volterraio, in occasione dell’acquisto e restauro avvenuto grazie al Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.  Entrambi questi argomenti, collegati come in un abbraccio dall’ormai familiare “Cammino della Rada”, che ci vede uniti a numerose associazioni di volontariato, tre università toscane, la Soprintendenza Archeologia della Toscana, il Comune di Portoferraio e l’Ente Parco stesso, e candidati a un progetto di Federparchi, ci accompagneranno in una serie di iniziative durante l’arco dei prossimi mesi.

Il prossimo appuntamento ci vede tutti all’Enfola, ospiti dell’Ente Parco, per un convegno da noi promosso, il 4 giugno pv., la mattina, sul tema:

Il restauro della fortezza del Volterraio, uno dei monumenti-simbolo dell’isola d’Elba, luogo iconico di grande fascino, avvenuto in concomitanza di due eventi straordinari, la riapertura della Villa Romana delle Grotte e la nascita del “Cammino della Rada”, offre un contributo fondamentale nella percezione, e quindi conoscenza, tutela e valorizzazione del paesaggio e della cultura di una zona molto più vasta, grazie al ruolo propositivo e crescente del PNAT nello sviluppo naturalistico, culturale, economico e turistico dell’intero Arcipelago Toscano.  Con alcuni ospiti porteremo i nostri temi all’altezza e nel cuore del dibattito nazionale sulla nuova riforma dei beni culturali e paesaggistici nel nostro Paese.

Vi aspettiamo, nella condivisione dell’entusiasmo che ha caratterizzato la nostra Sezione sin dal suo lontano inizio!

[divider]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post